Nuova 500 Giardiniera

FIAT 120, Nuova 500 Giardiniera

MOTORE

Numero e tipo di cilindri: 2 verticali in linea posteriori.
Alesaggio e corsa: 67,4×70 mm
Cilindrata totale: 499,5 cm3
Potenza e regime: 21 (SAE) CV a 4000 giri/min.
Rapporto di compressione: 7:1
Distribuzione: valvole in testa, albero a camme laterale comandato a catena
Accensione: a batteria e spinterogeno
Impianto elettrico: a 12 volt con batteria da 32 Ah
Alimentazione: un carburatore Weber invertito 26 OC
Lubrificazione: a pressione con pompa a ingranaggi, filtro dell’olio centrifugo
Raffreddamento: ad aria a circolazione forzata

TRASMISSIONE E FRENI

Frizione: monodisco a secco
Cambio: a 4 velocità + RM
Rapporto della coppia conica: 8/41
Trasmissione: ruote motrici posteriori
Ponte posteriore: a ruote indipendenti
Ruote: a disco senza ferritoie
Pneumatici: 125×12
Ammortizzatori: telescopici anteriori e posteriori
Sospensioni: anteriori, quadrilateri deformabili, bracci inferiori a balestra trasversale;
posteriori, bracci triangolati oscillanti obliqui, molle elicoidali
Freni: idraulici a tamburo sulle 4 ruote

AUTOTELAIO

Tipo di telaio: integrale con scocca metallica
Peso a pieno carico: 875 kg
Passo: 1940 mm
Carreggiate: anteriore, 1121 mm; posteriore, 1131 mm
Altezza: 1354 mm
Lunghezza: 3182 mm
Larghezza: 1323 mm
Sterzo: a vite e settore

PRESTAZIONI

Velocità massima: 95 km/h
Consumo (l/100 km): 5,2
Prezzo di listino: £. 565.000 – £. 575.000 nel 1967

Note:

Prodotta da Fiat
Dal giugno 1960 al febbraio 1968.
Motore cosiddetto “a sogliola” per aumentare il vano di carico. Serbatoio carburante piatto, come la Nuova 500, nelle prime versioni, poi, seguendo la berlina, prima a “cubo” come la “D”, in seguito a “barilotto” come la “F”. Il fregio anteriore è uguale a 500 D/F.

Prodotta da Autobianchi
Dal marzo 1968 al novembre 1971
Il fregio anteriore ricalca quello della Bianchina, con la scritta “Autobianchi” a sinistra, spostata verso il basso. Volante e strumentazione diventano di colore nero dal grigio iniziale.

Dal novembre 1971 al gennaio 1974
Il fregio anteriore è verticale come la 500 L, con la “A” stilizzata di Autobianchi con fondo azzurro. I vetri laterali da scorrevoli diventano in pezzo unico apribili a compasso. I ripetitori laterali cambiano forma.

Dal febbraio 1974 al dicembre 1977
Il fregio anteriore di ispira a quello della 500 R, a sviluppo orizzontale, sempre con la “A” al centro.